APPROFONDIMENTI

 

Sin dalla sua creazione nel 1998 un obiettivo primario di questo sito è stato la diffusione della conoscenza del Tai Chi Chuan. Oltre alle documentazioni di carattere generale accessibili dalla pagina "Il Tai Chi Chuan" ("Una introduzione al Tai Chi Chuan", "Gli effetti del Tai Chi Chuan: testimonianze", "Il Tai Chi Chuan e la ricerca medica"), sono attualmente disponibili i seguenti approfondimenti:

Dalla pagina "Newsletter" tramite il file "Archivio newsletter" sono accessibili note estratte dalle newsletter distribuite dall'Associazione dal 2005 al 2013 che trattano argomenti attualmente non documentati come approfondimenti o riportano analisi di maggior dettaglio.

Tutte le documentazioni sono classificate in accordo alla struttura definita nel documento Un modello di riferimento per lo studio del Tai Chi Chuan in modo che ne sia agevole una consultazione per argomento. Per una mappa delle documentazioni attualmente disponibili vedi "MAPPA DELLE DOCUMENTAZIONI".

Nei documenti SITI WEB e BIBLIOGRAFIA, attualmente in revisione, sono riportate indicazioni forzatamente parziali sui siti Internet e sui testi stampati ritenuti di maggiore interesse.


IL RUOLO ED I RISCHI DI UNO STUDIO "TEORICO" DEL TAI CHI CHUAN

Il Tai Chi Chuan ha le sue radici in un insieme di antiche scuole di pensiero e di pratiche tradizionali per la salute e la longevità sopravvissute a molti secoli di storia perché ricche di spunti di riflessione di grande rilevanza anche per il mondo di oggi. La loro applicazione a fini marziali ha determinato lo sviluppo di una disciplina complessa che presenta numerosi aspetti di interesse teorico oltre che pratico.

Chi si avvicina al Tai Chi Chuan ha perciò di fronte a sé una scelta di metodo di cui frequentemente, almeno all'inizio, non è consapevole. Si può dedicare soltanto alla esecuzione degli esercizi fondamentali applicando con attenzione le indicazioni del poprio insegnante, rivolte soprattutto agli aspetti pratici, ed apprendendo progressivamente i principi fondamentali, come normalmente avviene, o può anche cercare, sostanzialmente con uno "studio a tavolino", di esplorare le ragioni che hanno portato allo sviluppo di questa disciplina e ne hanno determinato i principali elementi.

Chi vuole dedicare del tempo allo studio "teorico" del Tai Chi Chuan ha a disposizione una letteratura assai ricca, disponibile sia sul Web sia come testi stampati. Molti dei numerosissimi siti internet dedicati al Tai Chi Chuan si limitano ad indicazioni generiche, ma una loro parte significativa, generalmente in lingua inglese, riporta indicazioni approfondite anche se solitamente frammentarie. Per quanto riguarda i testi stampati, una ricerca eseguita tramite una libreria on line ha indicato che nel maggio 2016 erano disponibili ben settantatre libri in italiano sul Tai Chi Chuan, molti dei quali tradotti da testi scritti in altre lingue.

Uno studio teorico del Tai Chi Chuan, se unito ad una sua pratica sistematica e attenta, porta certamente ad una maggiore consapevolezza e comprensione dei suoi principi e ad accrescere l'intensità con la quale sono applicati. Aiuta inoltre a riconoscerne la rilevanza, che non è soltanto quella di un esercizio fisico, ed a meglio comprendere gli insegnamenti di carattere generale che ne possono derivare. E' perciò potenzialmente interessante per chi pratica da tempo e desidera raggiungere livelli di eccellenza. Può anche essere utile per chi non avendo ancora iniziato a praticare il Tai Chi Chuan vuole averne una visione di insieme, ed accrescere la sua motivazione orientandola verso scopi ben definiti. Infine è di per sé una esplorazione culturale che può risultare ricca di fascino anche per chi non è interessato né ad un esercizio per la salute ed il benessere, né alle applicazioni marziali.

Una delle finalità della nostra Associazione è dare un contributo alla documentazione disponibile sul Tai Chi Chuan, cercando di risolvere le sue principali limitazioni che la rendono per vari aspetti deludente. Gli obiettivi primari sono: dare una visione il più possibile unitaria e approfondita dei vari aspetti di questa disciplina, senza però occuparsi delle regole di esecuzione di uno o più stili specifici, che sono comunque ben documentate; cercare di comprendere le ragioni che hanno portato al suo sviluppo non limitandosi ad affermazioni di principio tratte da altri contesti culturali; ricorrere per questo se necessario anche ai risultati della ricerca scientifica di questi ultimi decenni; esplorarne con accuratezza le radici culturali, evitando però richiami a quei termini e modelli della cultura tradizionale cinese che introducono complessità addizionali senza contribuire alla sua reale conoscenza; infine, ultimo in questa lista di obiettivi ma non il meno importante, ricercare semplicità e chiarezza.

D'altra parte sembra opportuno invitare alla cautela. Il Tai Chi Chuan è innanzitutto una disciplina essenzialmente pratica e per essere appresa correttamente richiede mente libera e concentrazione. Nell'addestramento pratico, le formulazioni teoriche dei suoi principi debbono essere abbandonate perché, anche se ciascuno di essi è relativamente semplice da comprendere razionalmente, cercare di imparare ad applicarli considerandoli nel loro insieme presenta molte difficoltà. Un buon insegnante deve perciò introdurli progressivamente, tenendo conto del livello raggiunto dai suoi allievi. Così la pratica può diventare sempre più efficace restando allo stesso tempo piacevole. Sono inoltre da ricordare i rischi di un’eccessiva razionalizzazione del Tai Chi Chuan, che direttamente o indirettamente può influire in modo negativo sulla naturalezza e la intensità con la quale esso deve essere praticato, contravvenendo così ad uno dei principali messaggi lasciati dal primo Taoismo a cui esso si richiama.

Indulgere troppo presto a considerazioni teoriche può portare dunque ad accrescere inutilmente la difficoltà del suo apprendimento e a diminuirne l'efficacia. Si invita perciò chi è nelle prime fasi di apprendimento del Tai Chi Chuan ed ha già una sufficiente motivazione per proseguire nella sua pratica ad astenersi da eccessivi approfondimenti teorici. Avrà tempo di farlo più avanti se vorrà nel lungo viaggio che il Tai Chi Chuan merita. Anche se non dedicherà mai del tempo a uno studio a tavolino ma praticherà con attenzione e con perseveranza potrà comunque avere grandi benefici e soddisfazioni personali.

Per comprendere principi e tecniche di esecuzione della “forma” e dello “spingi con le mani” si raccomanda comunque a tutti lo studio dei cosiddetti “testi cassici" del Tai Chi Chuan, brevi composizioni scritte in gran parte nella seconda metà dell’ottocento, che si possono agevolmente ritrovare in Internet, oltre che, alcune volte parzialmente, in vari testi stampati.