L'ASSOCIAZIONE ITALIANA CHENG MAN CHING

 

LA STRUTTURA ED I PRINCIPI OPERATIVI DELL'ASSOCIAZIONE

L'Associazione è stata fondata nel 1993 con lo scopo di diffondere la pratica del Tai Chi Chuan a Milano, con particolare riferimento allo stile creato di fatto con la sua forma Yang semplificata dal Prof. Cheng Man Ching (1901 - 1975).

Il Consiglio Direttivo dell'Associazione è attualmente così composto:

•   Laura Brandimarti;

•   Isabella Streicher;

•   Grigory Bashirov;

•   Pasquale Autru.

L'orientamento dei programmi di attività e le attività di insegnamento sono responsabilità della Maestra Laura Brandimarti , Direttore Tecnico dell’Associazione.

Laura prima di avvicinarsi al Tai Chi Chuan ha a lungo praticato vari tipi di danza, inclusa quella classica. Ha perfezionato la sua conoscenza del Tai Chi Chuan negli anni ’80 in USA, apprendendo durante tre anni lo stile di Cheng Man Ch’ing dal maestro Frank Wong che ne fu allievo, ed ha iniziato ad insegnare Tai Chi Chuan a Milano nel 1989, prima in Italia ad insegnare questo stile ed a portare il Tai Chi Chuan al di fuori delle palestre di arti marziali. A differenza di quanto avveniva in altri paesi europei, a quell'epoca il Tai Chi Chuan aveva in Italia pochissimi praticanti, e lo stile di Cheng Man Ching era del tutto sconosciuto. Nel corso degli anni ha seguito numerosi stages tenuti in USA ed in Europa dai Grandi Maestri Benjamin Peng Lo (Ben Lo), che è il caposcuola cui fa riferimento, e William C. C. Chen, che di Cheng Man Ch’ing furono assistenti, e ha continuato a confrontarsi con altri Maestri attivi in vari paesi. Negli anni ’90 ha anche studiato per alcuni anni la forma dello stile Chen tradizionale.

Laura con il
Grand Master William C. C. Chen
Laura con il
Grand Master Benjamin Peng Lo (Ben Lo)

Nel 1993 insieme alla sua allieva Susi Schoenberg ha fondato l'Associazione Italiana Cheng Man Ching con l’obiettivo di promuovere in modo più sistematico ed efficace la conoscenza e la pratica del Tai Chi Chuan in Italia. Ha svolto fino al 2013 una intensa attività di insegnamento con corsi per principianti e avanzati di Tai Chi Chuan a mani nude - forma e spingi con le mani - e con la spada. Ha inoltre sviluppato e condotto vari corsi quadriennali per Istruttori di Tai Chi Chuan e corsi di perfezionamento per Istruttori. Numerosi suoi allievi insegnano attualmente questa disciplina.

Nel 2014 ha sospeso la conduzione diretta di corsi regolari e si è dedicata alla conduzione di workshop. Dopo un anno di sospensione delle sue attività nel 2015, nel 2016 ha ripreso la conduzione di workshops e nel mese di ottobre riprenderà la conduzione di corsi regolari (vedi la pagina I CORSI).

Nel 1996 ha avuto la qualifica di Maestro di Tai Chi Chuan. Laura ha anche arbitrato competizioni di arti marziali cinesi (Wushu) e le è stato attribuito il brevetto di Arbitro Internazionale dalla Martial Arts International Federation.

 

I principi operativi definiti dalla Maestra Laura Brandimarti sono stati sin dalla fondazione dell'Associazione e continuano ad essere:

•   valorizzazione dei significati universali del Tai Chi Chuan, facendo riferimento alla cultura cinese da cui proviene ma senza inutili orpelli ed esotismi;

•   ricerca di livelli di eccellenza concentrando le proprie attività sullo stile di Cheng Man Ching e rispettando con rigore gli insegnamenti dei suoi grandi Maestri, in particolare di Benjamin Peng Lo (Ben Lo) che è il nostro caposcuola;

•   attenzione agli aspetti marziali del Tai Chi Chuan, pur tenendo conto delle inclinazioni personali di chi pratica e senza forzature;

•   supporto alla formazione teorica degli appassionati con la produzione diretta di documentazione, la distribuzione di newsletter mensili, la indicazione dei principali riferimenti bibliografici e l'organizzazione di sessioni di orientamento;

•   attenzione ai problemi individuali di ciascuno dei partecipanti alle attività dell'Associazione;

•   ricerca di semplicità e chiarezza di esposizione nell’insegnamento ed in tutte le documentazioni prodotte.

Ogni volta che è stato possibile l'Associazione ha anche sostenuto la partecipazione di suoi soci - uomini e donne - a tornei di Tai Chi Chuan, ed ha anche organizzato suoi "tornei" interni, nonostante che un fondamentale principio da essa adottato sia che ciascun praticante debba poter seguire il suo proprio percorso di apprendimento senza essere in alcun modo influenzato da atteggiamenti competitivi. D'altra parte, una gara dà a chi vi partecipa la possibilità di avere una valutazione sia pure occasionale del proprio livello di addestramento messo alla prova - con particolare riguardo alla capacità di raggiungere allo stesso tempo relax psico-fisico e concentrazione - in un’atmosfera significativamente più impegnativa di quella abituale. Si possono così ottenere utili stimoli all’apprendimento. Altrettanto importante è la possibilità di mettersi in gioco e di “aprirsi” alle relazioni con gli altri, con spirito giovane e partecipativo. In breve, è un’occasione per applicare i principi fondamentali del Tai Chi Chuan con intensità maggiore di quella raggiungibile in altre occasioni.

 

IL PROGRAMMA DI ATTIVITA'

Nel 2016 i programmi della Associazione sono stati rivisti secondo le seguenti direzioni principali.

a)   Riprendere la conduzione di corsi regolari introducendo se risulterà opportuno una versione semplificata di alcune posizioni della forma di Cheng Man Ching per consentire a più persone di avvicinarsi al Tai Chi Chuan traendone i grandi benefici che questa disciplina può dare (vedi la pagina I CORSI).

b)   Dare supporto a chi, avendo già seguito per alcuni anni corsi dello stile di Cheng Man Ching, intende cercare opportunità addizionali per intensificare ed accelerare il suo processo di apprendimento. Questo ruolo sarà perseguito con una serie di workshop di approfondimento condotti dalla Maestra Laura Brandimarti Autru. I tipi di workshop attualmente previsti sono indicati nella pagina I CORSI.

c)   Continuare a contribuire alla conoscenza del Tai Chi Chuan in Italia proseguendo nella produzione di approfondimenti teorici sul Tai Chi Chuan e sulla cultura  in cui ha le sue radici, affidando la loro presentazione a questo sito che sin dalla sua creazione nel 1998 è stato orientato anche a fini informativi e e non soltanto alla promozione delle attività della Associazione, e segnalando spunti di riflessione con una nuova serie di newsletter mensili.

d)   Organizzare su richiestacorsi speciali e per piccoli gruppi.

Per ulteriori informazioni su questi programmi e per eventuali richieste di corsi speciali si prega di scrivere a INFO@CENTROTAICHICHUAN.IT.

 

PERCHE’ ABBIAMO DEDICATO L’ASSOCIAZIONE A CHENG MAN CHING

Abbiamo dato all’Associazione il nome di questo Grande Maestro del passato per le sue doti umane e non soltanto perché siamo convinti assertori della qualità del suo stile che abbiamo adottato senza riserve.

Il prof. Cheng Man Ch’ing (1901-1975) è infatti ai nostri occhi il personaggio che meglio ha incarnato le varie anime del Tai Chi Chuan. Giovane professore universitario e uomo di grande cultura, si avvicinò a questa disciplina per curarsi di una grave malattia polmonare. Per anni fu allievo prediletto di Yang Chen-fu, il maestro più famoso dei suoi tempi, dal cui insegnamento nacque lo stile Yang moderno. Di corporatura minuta e apparentemente fragile, non soltanto guarì completamente dalla sua malattia, ma raggiunse anche capacità marziali di grandissimo rilievo, ed acquisì la reputazione di “esperto delle cinque arti”, medicina, pittura, calligrafia, poesia, ed arti marziali. Negli ultimi anni '30 sviluppò una sua "forma" modificando quella praticata dal suo maestro Yang Chen-fu che è giunta fino ai giorni nostri con il nome di stile "Yang".

Emigrato a Taiwan nel 1949 per motivi politici, continuò ad insegnare in quel Paese, e nei primi anni ’60 iniziò a insegnare a New York nel quartiere cinese. La comunità cinese si oppose a che egli svelasse i "segreti" cinesi agli americani, e lo cacciò via. Cheng aprì allora una nuova scuola, dove accettava persone di tutte le razze, uomini e donne, e che ebbe grande successo. Suoi allievi raccontano della straordinaria energia che emanava, ed allo stesso tempo della sua agilità ed imprendibilità. Semplicità, umiltà, gentilezza, altruismo e passione per l’insegnamento hanno contraddistinto la sua vita. Ha lasciato numerosi e importanti testi sul Tai Chi Chuan, sulle antiche scuole di pensiero cinesi e sulla medicina. Nei suoi scritti risultano evidenti profondità di pensiero e capacità di analisi proprie di un intellettuale di alto livello, del tutto infrequenti tra chi ai suoi tempi si dedicava alle arti marziali. Il suo più famoso testo sul Tai Chi Chuan (“I Tredici Trattati“…) ha avuto due edizioni diverse anche in italiano.

Nel condividere al meglio possibile la sua eredità insieme a molte altre scuole di Tai Chi Chuan di tutto il mondo siamo stati aiutati dall’insegnamento che la Maestra Laura Autru ha ricevuto da Maestri che di Cheng Man Ch’ing furono allievi (Frank Wong) ed assistenti (Benjamin Peng Lo), e dalla estesa documentazione disponibile sotto forma di testi e di video.

 

LA NOSTRA STORIA

Le principali tappe della storia dell’Associazione dopo la sua fondazione sono state le seguenti.

1994 - L’Associazione stabilisce una sua propria scuola (“Centro Tai Chi Chuan”) in locali siti in Piazza Castello a Milano e si affilia ad US/Acli.

1997 - Per assicurare la continuità e l’ulteriore sviluppo delle sue iniziative, l’Asssociazione inzia a tenere corsi quadriennali per Istruttori di Tai Chi Chuan in collaborazione con US/Acli, sviluppando a quesxto fine una corposa documentazione interna che aggiornerà ed estenderà negli anni successivi.
Il sito www.centrotaichichuan.it ha la sua prima realizzazione.

2001 - Il “Centro Tai Chi Chuan” si trasferisce in via Savona presso la “Tana dei Dragoni”.

2005 - Inizia la distribuzione mensile di una newsletter che riporta, insieme a notizie sulle attività della Associazione, approfondimenti sulla teoria e sulla pratica del Tai Chi Chuan.

2008 - L’Associazione prende lo status di ASD (Associazione Sportiva Dilettantistica) ed è registrata dal CONI.

2009 - La scuola si trasferisce nei locali della Palestra Milano di via Ariberto, Ha inizio un programma di “Perfezionamento Insegnanti” per chi ha già frequentato il corso quadriennale per Istruttori di Tai Chi Chuan ed intende svolgere attività di insegnamento.

2013 - L’Associazione decide di sospendere i corsi regolari di Tai Chi Chuan da essa tenuti affidandone l’esecuzione agli insegnanti che si sono formati nel suo ambito (vedi I CORSI), e di concentrare la sua attività nell'organizzazione di workshop di approfondimento per chi intende approfondire la sua conoscenza dello stile di Cheng Man Ching.

2016 - Riprendono i corsi regolari e d è potenziata l'attività di produzione di approfondimenti teorici.